Tuesday, 17 October 2017
You are here: Home News In garage!
Newsfeeds
Ci vogliono in garage! PDF Print E-mail
Written by SBC   
Sunday, 19 October 2008 10:53

Sono giorni in cui il quotidiano della nostra città ci avverte dell'incremento, per qualcuno preoccupante, delle polveri sottili nell'aria cremonese. E' l'inquinamento, dicono, sono le auto, dicono. E si arriva, di nuovo, al blocco dei veicoli Euro 0. Tutti. Vespe comprese.

Come si legge nel Piano d'Azione anti-smog, gia' approvato e tecnicamente attivo in gran parte della Lombardia, tutti i mezzi Euro 0 vanno tenuti in garage dal 15 ottobre al 15 aprile. Le eccezioni sono poche. Per quanto ci riguarda, noi amanti di Vespe e Lambrette, l'unica soluzione per essere buoni cittadini è di far diventare i nostri mezzi veicoli storici, "purché in possesso di attestato rilasciato a seguito di iscrizione negli appositi registri storici ai sensi dell'art. 60, c. 4 del Codice della Strada (285/92)".

A casa mia tutto questo significa illudere il cittadino di avere la situazione in pugno. Quando la realtà dei fatti dice che la situazione è decisamente fuori controllo.

Pare che ci siano alcune zone di Cremona con più polveri sottili che a Milano. Le polveri sottili, come scritto su wikipedia, sono tutte quelle particelle solide e liquide disperse nell'atmosfera, con un diametro che va da pochi nanometri fino ai 500 micron e oltre (cioè da miliardesimi di metro a mezzo millimetro).

La mia Vespa produce polveri sottili? L'ARPA, l'Agenzia Regionale per la Protezione dell'Ambiente, dice che nelle aree urbane lombarde, i maggiori responsabili dei livelli di PM10 possono essere identificati principalmente nel trasporto su gomma (sia con emissioni dirette che con la parte dovuta al risollevamento) e, durante la stagione fredda, nel riscaldamento. Non irrilevante è la fonte industriale in aree ove siano presenti industrie chimiche, petrolchimiche, siderurgiche, metallurgiche o cementifici. 

Accidenti. A Cremona, sempre da wikipedia, c'è di tutto: l'economia della città è legata al sistema produttivo provinciale a prevalenza agricola (Feraboli). Oltre alle aziende agricole sono presenti industrie alimentari: salumi (Negroni), dolciumi (Sperlari, Vergani, Barilla - Mulino Bianco ), oli vegetali (Oleificio Zucchi), formaggi (Auricchio). Vi è inoltre la presenza di un'industria metalmeccanica (acciaieria Arvedi), petrolifera (raffineria Tamoil), energetica (AEM Cremona).

E non dimentichiamoci del nostro inceneritore.

Ma quanti sono i veicoli Euro 0 che si potrebbero fermare? Incidono davvero sull'inquinamento dovuto alle polveri sottili?

Perche' su motocivismo.it, dati alla mano, sono molto chiari nel dire una cosa fondamentale: i veicoli a benzina non producono polveri sottili.

Non solo. Nell'ultima revisione ad una Vespa TS 125 del 1977 l'opportuno sondino non ha rilevato fumi dal tubo di scappamento. Pare che fosse meglio di un Euro 4.

Ha senso bloccare mezzi che con un litro di benzina fanno 40 km? Non sarebbe il caso di bloccare o quantomeno tassare i SUV, mezzi sovradimensionati per le nostre strade, per il nostro traffico, da spostare con motori sovradimensionati?  

Last Updated ( Friday, 03 April 2009 16:26 )
 
Parla di questo articolo su:

Ultime notizie

Gli Scooter Boys Cremona sono finalmente online! Benvenuti a tutti! E' un immenso piacere per noi salutarvi finalmente su uno spazio tutto nostro. La registrazione e' ovviamente gratuita ed immediata...

READMORE

Your are currently browsing this site with Internet Explorer 6 (IE6).

Your current web browser must be updated to version 7 of Internet Explorer (IE7) to take advantage of all of template's capabilities.

Why should I upgrade to Internet Explorer 7? Microsoft has redesigned Internet Explorer from the ground up, with better security, new capabilities, and a whole new interface. Many changes resulted from the feedback of millions of users who tested prerelease versions of the new browser. The most compelling reason to upgrade is the improved security. The Internet of today is not the Internet of five years ago. There are dangers that simply didn't exist back in 2001, when Internet Explorer 6 was released to the world. Internet Explorer 7 makes surfing the web fundamentally safer by offering greater protection against viruses, spyware, and other online risks.

Get free downloads for Internet Explorer 7, including recommended updates as they become available. To download Internet Explorer 7 in the language of your choice, please visit the Internet Explorer 7 worldwide page.